L’importanza nell’individuare il mercato giusto per i propri bisogni

Parlare di paesi più favorevoli al business in Europa, per chi è addetto ai lavori, potrebbe suonare quantomeno fuorviante. Per questo occorre fare una necessaria premessa. Innanzitutto quando, nell’ambito della definizione di una strategia di business internazionale, si individuano un numero di paesi target lo si fa sulla base di studi personalizzati oltre che di criteri oggettivi.

Le caratteristiche del prodotto, il prezzo, la logistica, le barriere tariffarie e non, le necessità di produzione e così via vanno valutate nel dettaglio e possiamo ottenere risultati molto diversi valutando i paesi ma anche le città di destinazione.

L’indice Doing Business cos’è e perché è utile?

Un primo strumento da scoprire è l’indice “Doing Buisiness” della Banca Mondiale che, ogni anno, crea una classifica di paesi definita dalla facilità di fare business in ogni singola nazione. Cosa analizza questo indice?

Gli elementi che portano alla definizione dell’indice sono i seguenti:

I 5 Paesi dove è consigliabile intraprendere un business in Europa

Vediamo, a questo punto, stando ai criteri citati, quali sono i 5 Paesi dove è più facile fare business in Europa:

  • Danimarca: al quarto posto della classifica globale
  • Georgia: al settimo posto della classifica globale
  • Regno Unito: ottavo posto
  • Norvegia: nono posto
  • Svezia: decimo posto

Market Potential Index

Altro strumento interessante per un primo approccio ai mercati è il Market Potential Index . Questo strumento è sviluppato dalla Michigan State University – International Business Center, per aiutare le aziende a confrontare i mercati potenziali.

Sono stati scelti otto indicatori per rappresentare il potenziale di mercato di un paese su una scala da 1 a 100.

Andiamo a vedere quali sono queste voci:

  1. Dimensione del mercato
  2. Intensità del mercato
  3. Tasso di crescita del mercato
  4. Capacità di consumo del mercato
  5. Infrastruttura commerciale
  6. Ricettività del mercato
  7. Libertà economica
  8. Rischio Paese

In base allo studio di questi fattori, i paesi europei che troviamo nelle 5 posizioni più alte sono:

  1. Germania
  2. Svizzera
  3. Regno Unito
  4. Irlanda
  5. Paesi Bassi

Lo studio preliminare dei mercati è una tappa fondamentale nella definizione di una strategia di internazionalizzazione.

Alla Net In ci occupiamo dell’analisi dei mercati, approfondendo poi le nicchie di mercato a seconda delle necessità delle aziende clienti, per affiancarle al meglio nella scelta della strategia adatta ad affrontare i mercati.

 Net In your Temporary Export Office